Poltrona Charles Eames: che caratteristiche ha? Quanto costa?

Poltrona Charles Eames: che caratteristiche ha? Quanto costa?

Chiunque sia appassionato o nutra anche solo un minimo interesse verso l’arredamento di design non può non aver mai sentito parlare dell’iconica poltrona Charles Eames, spesso chiamata semplicemente “Lounge Chair”. Questa poltrona ha infatti fatto la storia dell’arredamento, e probabilmente si tratta dell’opera per la quale il suo omonimo creatore è più conosciuto al mondo. Andiamo quindi alla scoperta di uno dei simboli più apprezzati del design del secolo scorso esplorando le caratteristiche della poltrona Charles Eames.

Poltrona Charles Eames: storia di un simbolo

Tra i nomi più importanti nel panorama del design del XX secolo troviamo quello di Charles Eames. Il designer e architetto si dedicò alla sua passione fin dalla giovanissima età, e proseguì arricchendo le sue conoscenze presso la Washington University di Saint Louis. Nel giro di pochissimi anni divenne amico dell’autore delle sue principali ispirazioni, l’architetto finlandese Eeero Saarinen, ma la vera svolta arrivò quado conobbe la moglie, la pittrice Ray Kaiser.

Con lei Charles Eames fondò lo studio Eames e, nel 1948, progettò la celeberrima poltrona Charles Eames per il mobilificio Herman Miller (mentre oggi è prodotta da Vitra). La sapiente conoscenza dei materiali naturali, unita a una corrente ispirativa di natura modernista, portò alla creazione di diverse sedie e poltrone di design dalle forme morbide, ergonomiche e naturali e in più a basso costo.

Il desiderio di Charles Eames era infatti quello di realizzare delle sedute di design pratiche e di qualità, in grado di essere prodotte in serie e, di conseguenza, a prezzi accessibili per il grande pubblico. La poltrona Charles Eames è rapidamente diventata un simbolo del design del ‘900, tant’è vero che fa parte dell’esposizione permanente del Museum of Modern Art (MOMA) di New York.

Caratteristiche e prezzo

La poltrona Charles Eames, come detto, spesso è chiamata semplicemente Lounge Chair ed è il connubio perfetto tra comodità, lavorazione artigianale e materiali di pregio. Ne esistono diverse versioni, tra cui con o senza pouf e di grandezza classica o aumentata, pensata per chi è più alto e adattata proprio sulla base dello studio dell’altezza crescente della popolazione.

Si compone di una gamba di base in alluminio con cinque punti di appoggio disposti a raggiera. La scocca in legno si divide in due gusci, che fungono da base di appoggio per l’imbottitura in poliuretano espanso e piuma d’oca sterilizzata, mentre il rivestimento è in pelle. Idem per quanto riguarda il pouf, da abbinare alla poltrona per una comodità e uno stile unici. Il poggiatesta si inclina unitamente allo schienale, per garantire il massimo comfort in ogni posizione.

Il pregio e la naturalità e la versatilità dei materiali e dei colori a disposizione per le finiture la rendono un elemento di arredo perfetto e adattabile a ogni tipo di ambiente, dal più moderno al più rustico. Sconsigliato, però, l’uso in ambienti esterni.

Per quanto riguarda il prezzo della poltrona Charles Eames, la base di partenza si aggira attorno ai 5090 euro. Cifra che sale a circa 6900 euro per la poltrona Charles Eames comprensiva di Ottoman (pouf).

Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *