Fiori simili alle rose: Che piante sono le peonie? Come coltivarle?

Fiori simili alle rose: Che piante sono le peonie? Come coltivarle?

I fiori sono una delle tante bellezze che la natura ha regalato al mondo. Fra i tanti tipi che cambiano per colore, forma o altezza uno dei più celebri sono sicuramente le rose. Usate come dono dagli innamorati, posizionate al centro delle tavole con dei vasi eleganti di accompagnamento o piantate nei propri giardini per dare quel tocco chic, questi fiori unici nel loro genere sono ricercatissimi e ambiti per svariate occasioni. Ma quali altre tipologie di fiori si possono abbinare alle rose? Di seguito info e approfondimenti sul tema.

Le Rose e altri fiori simili

Le rose accompagnano da secoli eventi importanti, dando sempre il loro tocco elegante e lasciando tutti a bocca aperta. Infatti per questo motivo sono i fiori più usati ai matrimoni, per abbellire la propria, come protagonisti dei bouquet della sposa o da regalare alla propria amata per occasioni speciali. Questi fiori così romantici hanno una storia molto antica che risale alla mitologia romana nella quale si racconta che le rose sono il fiore sacro appartenente alla dea Venere e quindi simbolo di passione e di amore. La connotazione poi è rimasta fino ai giorni d’oggi collegando questo splendido elemento naturale agli amanti e al romanticismo.

Se si sta pensando di abbinare in un roseto fiori che somigliano alle rose che sia per gusto personale o altri scopi di estetica, sicuramente una tipologia di fiori simili sono le magnifiche Peonie. Le Peonie son dei fiori molto colorati e ampi che vengono chiamate anche “Rose senza spine”. Queste sono molto diffuse in Europa e in Asia e presentano un gambo molto robusto che raggiunge un’altezza di circa due metri. La stagione in cui sbocciano i meravigliosi fiori è l’estate mentre nei mesi più freddi rimane solo il fusto. Come le rose anche le peonie hanno una storia che si rifà al mito, nel quale vengono usate non solo dagli innamorati, ma come il fiore simbolo di timidezza e pudore. In alcuni testi antichi che risalgono all’epoca medievale questi fiori vengono descritti come veicoli di amore con i loro petali ricci e colorati.

Come si coltivano le peonie?

Le peonie si dividono in due tipi: quelle arbustive e quelle erbacee. Per quanto riguarda le peonie arbustive , queste possono raggiungere i due metri di altezza e quindi se si devono coltivare necessitano intanto di un ampio spazio. Mentre le peonie erbacee rimangono più piccole, non superando di solito un metro di altezza e quindi più adatte ad essere coltivate in un vaso. La piantagione dei semi di questi fiori deve avvenire nel periodo primaverile su un terreno molto soffice e fertile che permette alle radici di espandersi facilmente. Non richiede molte cure, ma è importante che sia esposta a della luce naturale che ne faciliterà la fioritura.

Jody

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *