Come profumare i cassetti con il fai da te

Come profumare i cassetti con il fai da te

Per tenere lontane tarme e tignole e per conferire un profumo naturale ai nostri abiti, è sempre utile utilizzare un profumatore per cassetti. Le bustine di profumatori si possono trovare sia al supermercato che in erboristeria, ma è anche possibile creali da soli con pochi ingredienti. A volte è sufficiente un batuffolo di cotone imbevuto di olio essenziale, ma se vogliamo scatenare la nostra fantasia, possiamo anche creare dei sacchetti in stoffa da regalare.

Oli essenziali

Sono particolari oli tratti da vegetali aromatici. Sono utilizzati per l’aromaterapia, alcuni possono essere ingeriti o usati come ingredienti alle creme da massaggio. Ogni olio ha la sua proprietà curativa che agisce sul fisico e sull’umore. Sono perfetti per tenere lontane le tignole (le classiche farfalline della pasta) dalle dispense e per aromatizzare l’armadio. Bastano 4 o 5 gocce per ottenere un profumo abbastanza forte e duraturo: le essenze più consigliate sono quelle della lavanda e degli agrumi come arancio e limone.

Frutta essiccata

In alternativa agli oli già pronti in boccetta, possiamo usare direttamente cortecce e frutta. Le stecche di cannella e i chiodi di garofano fanno al caso nostro, sono facilmente reperibili e non hanno costi esorbitanti. Per non spargere i chiodi in giro nel cassetto, si può prendere un arancio e infilarli direttamente nel frutto che lasceremo seccare nell’armadio. Le bucce degli agrumi possono essere raccolte e fatte asciugare sul termosifone per un paio di giorni, in modo da poterle inserire in pratici sacchettini di cotone a maglie larghe.

Pout pourri fai da te

Possiamo anche creare i nostri sacchettini di cotone personalizzandoli con dei ricami floreali o con le iniziali della persona a cui vogliamo regalarli (in alternativa nei negozi cinesi si possono trovare sacchetti di organza di tutti i tipi). Dentro ai sacchetti possiamo mettere le cortecce e le bucce disidratate, fiori secchi che mantengono il profumo come per esempio le rose canine e la lavanda, piccole pigne resinose raccolte nei boschi ed altre erbe profumate come la menta. Possiamo creare il nostro pout pourri mixando gli odori e creando dei profumi naturali che ricordano la campagna.
In erboristeria o nei negozi di casalinghi esistono pout pourri già fatti, ma attenzione alle profumazioni che spesso sono chimiche.

Materiali che abbiamo in casa

Se non abbiamo tempo di reperire elementi naturali, possiamo optare per delle semplici bustine da the. Quelle dai gusti fruttati e speziati fanno al caso nostro, possono essere lasciate liberamente nei cassetti e sostituite ogni 15 giorni (le bustine degli infusi rilasciano gli odori ma li esauriscono in fretta). Saponette confezionate ma anche le scaglie del sapone di marsiglia possono essere raccolte in un fazzoletto chiuso con un nastrino (attenzione a non sporcare i vestiti con il sapone!).

Gessetti fai da te

Volendo trasformare questa attività in un hobby vero e proprio, possiamo acquistare online dei sacchetti di gesso e degli stampini di varie forme. Miscelando il gesso con l’acqua e del colore e versandolo negli stampi, otterremo diverse figure che potremo profumare con qualche goccia di olio essenziale.

Federica S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *