La sciarpa ad anello

La sciarpa ad anello

Le rigide temperature attuali possono dimostrarsi un’ottima occasione per realizzare manualmente una sciarpa ad anello. Questa tipologia particolare di sciarpa si adatta sia alle versioni femminili, sia a quelle maschili.

Anche in questo capo si possono scegliere diverse tipologie di lana, da quella Merinos alle versioni miste in alpaca. Quali materiali occorrono e quale tipo di ferri per la lavorazione della sciarpa ad anello? Prosegui la lettura per scoprire ogni segreto di questa tecnica!

Materiale occorrente

Per la creazione di una sciarpa ad anello occorrono: 200 grammi di lana (della tipologia che più si adatta ai propri gusti); 2 ferri numero 4; diverse gugliate di lana di differenti colori.

Punti e lavorazione

La sciarpa ad anello richiede diverse tipologie di punti e un procedimento di lavorazione specifico. Per cominciare è necessario utilizzare il ferro in diritto per poi passare un punto al rovescio evitando di lavorarlo. Il filo deve essere tenuto nella parte davanti della lavorazione e la medesima struttura deve essere ripetuta per tutta la lunghezza del ferro e dei punti.

Utilizzando ferri pari è invece possibile provvedere alla lavorazione dei punti diritti su diritti e rovescio su rovescio. A più ferri si rende necessario ripetere più volte gli stessi passaggi sopra spiegati. Per realizzare 3 punti incrociati verso destra si devono tenere 2 punti in sospeso sul retro della lavorazione e 1 punto diritto, lavorando i punti in sospeso al rovescio. Per la stessa esecuzione verso sinistra è necessario lavorare 1 punto in sospeso nella parte davanti e 2 punti al rovescio, mentre il punto in sospeso deve quindi essere lavorato in diritto.

Sul ferro si devono eseguire 160 punti, con la lana a colore contrastante, lavorando un ferro in diritto che verrà poi disfatto al termine del procedimento. Il colore e la tipologia della lana scelta per la creazione del collo si deve lavorare con un ferro al rovescio, 4 ferri a maglia tubolare, lasciando 1 punto di margine per ogni ferro lavorato. Al raggiungimento di 34 cm di altezza è necessario lavorare 4 ferri a maglia tubolare, chiudendo tutti i punti presenti a punto calza e ago.

Il risultato finale della sciarpa apparirà similmente al risultato di uno scalda-collo, ma a spessore inferiore. Le sciarpe ad anello possono essere realizzate in un’ampia gamma di colori e materiali, dimostrandosi un accessorio a riparo dal freddo intramontabile alle mode del tempo. Per indossare la sciarpa ad anello è sufficiente lasciar passare la lavorazione dalla nuca fino al collo, a più giri in caso di larghezze superiori.

In alcuni casi la sciarpa ad anello può essere portata anche come un cappuccio-cappello, trend di moda particolarmente in voga nel corso degli ultimi anni. La sciarpa ad anello può trasformarsi in un accessorio adatto agli stili sportivi, ma anche eleganti. In questo caso sono i tessuti, il colore e l’eventuale aggiunta di dettagli a fare la differenza. Scegliendo materiali più leggeri è possibile portare la sciarpa ad anello anche durante il corso della stagione primaverile, per proteggere la gola da sbalzi di temperatura e per ottenere allo stesso tempo un tocco fashion.

Il modo più classico per indossare la sciarpa ad anello prevede un solo o più giri, in alternativa può essere portata come una mantella, come un cappuccio, con un nodo alla ‘Mancini’ sul davanti, oppure come decoro semplice.

Serena B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *