Lezioni di maglia: le tecniche di lavorazione a più colori

Lezioni di maglia: le tecniche di lavorazione a più colori

La maggior parte delle tecniche di lavorazione a maglia a più colori viene identificata sotto la denominazione di stranded, per indicare il filo trascinato sul retro per la lavorazione necessaria. Quali sono le tecniche più utilizzate per lavorare con più colori?

Attualmente sono due le tecniche di lavorazione più sfruttate per utilizzare due o più colori nella lavorazione a maglia. Le fantasie ricreabili sono varie e quasi del tutto inesauribili. Prosegui la lettura per scoprirlo!

Tecnica Fair Isle

La tecnica Fair Isle per la lavorazione di più colori viene utilizzata soprattutto per la lavorazione dei capi di abbigliamento a diverse fantasie. La sua denominazione deriva dal paese di origine, ossia nell’isola scozzese Fair. I colori rappresentano in questo caso le tinte tipiche del territorio. La tecnica Fair Isle richiede una certa abilità e manualità poiché si parla di fantasie particolarmente elaborate.

In questo caso si possono utilizzare i ferri da maglia circolari e una lavorazione rasata. I fili intrecciati rimangono visibili soltanto nella parte posteriore del lavoro, per un risultato perfetto dalla parte anteriore. Questa tecnica prevede l’utilizzo di 2 colori per volta, uno di fondo e uno di contrasto. Lo spessore dei fili nella teccnica Fair Isle tende a raddoppiare di dimensione, nonostante l’elasticità e la morbidezza complessiva del tessuto.

Lo schema dei disegni può essere lavorato sia in senso verticale, sia in senso orizzontale andando ad alternare il filo più chiaro con quello più scuro. La Fair Isle viene utilizzata soprattutto per il decoro su sciarpe, guanti, calze e accessori in maglia.

Tecnica intersia o intarsio

La tecnica intersia, o intarsio, non prevede il passaggio dei fili nella parte posteriore e ogni colore corrisponde ad una differente bobina. In questo caso la lavorazione posteriore risulta del tutto ordinata, senza raddoppiare la dimensione del totale complessivo dei fili utilizzati. Anche in questa versione, per evitare la formazione dei buchi, è necessario possedere una certa pratica alle spalle in campo lavorazione a maglia.

In questo caso si possono utilizzare diversi colori, i quali devono corrispondere allo stesso numero delle navette. Anche in questo caso a fare la differenza sono le fantasie dei disegni che si vogliono ricreare sul tessuto. Il passaggio da un colore all’altro deve dimostrarsi un processo di lavorazione continua, evitando la fastidiosa creazione di stacchi poco estetici.

Per affinare le proprie abilità e apprendere entrambe le tecniche di lavorazione della maglia a più colori si può accedere a diversi tutorial gratuiti disponibili sul web. Oltre alla strumentazione di lavoro occorre dotarsi di estrema pazienza, nonché manuali di lavoro e schede per la realizzazione delle diverse fantasie.

Serena B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *