Come organizzare una festa in casa

Come organizzare una festa in casa

Organizzare una festa in casa richiede molto lavoro, per questo motivo molte persone preferiscono recarsi in un locale. In realtà, nonostante la preparazione sia piuttosto impegnativa, una festa in casa propria può dare moltissime soddisfazioni in termini di creatività. Inoltre, realizzarla in luogo privato permette di stare bene tra parenti e amici, senza dover dividere gli spazi o sopportare i rumori di estranei. Se si ha una casa sufficientemente grande, magari con un giardino, anche una giornata in compagnia all’aperto può essere un ottimo modo per stare insieme.

Preparativi

Innanzitutto bisogna valutare gli spazi: se abbiamo una casa molto piccola saremo costretti a spostare qualche mobile per lasciare che le persone possano muoversi liberamente. Soprattutto se abbiamo in previsione di ospitare bambini, è d’obbligo eliminare soprammobili e altri oggetti pericolosi. Inoltre è sempre meglio creare un angolo ad hoc tutto per loro, cercando di non farli scorrazzare per tutta la casa. Si possono piazzare dei tappeti sui quali possono sdraiarsi e giocare, togliendo tutto ciò con cui possono scontrarsi. Spolverare e pulire bene tutta la casa aiuta a creare un ambiente accogliente e profumato, ma soprattutto aiuta a prevenire attacchi allergici (come quelli agli acari, per esempio). Se abbiamo la festa la sera, e vogliamo allestire un buffet in piedi, dobbiamo tenere conto dei tempi per fare la spesa e iniziare a cucinare senza che la roba arrivi troppo cruda o secca.

Allestimenti

Allestire il giardino o il salotto è molto semplice in base all’evento che vogliamo celebrare. Un compleanno richiederà festoni e palloncini che si possono trovare sia nei negozi dedicati che sul web. Le candele sono perfette per il giardino, soprattutto se facciamo una festa a bordo piscina. Se facciamo una cena, dovremo porre attenzione alla corretta preparazione della tavola. Colori abbinati, fiori come centrotavola o simpatici segnaposto fai da te possono colpire positivamente i nostri ospiti. Per realizzare un segnaposto semplice, per esempio possiamo seguire un tutorial per fare degli origami colorati.

Cosa cucinare

In questa epoca di intolleranze alimentari bisogna valutare le esigenze di tutti. Il buffet ci permette di variare e dividere il tavolo in alimenti sia adatti a tutti che ai vegani o gli intolleranti al glutine. Per quanto riguarda i dolci, anche qui potremo realizzare un assaggio di diverse tipologie, diversificando quelli leggermente alcolici non adatti ai bambini, da quelli privi di lattosio. Per non stare a fare lo spiegone a tutti gli invitati, possiamo creare dei cavalierini con scritti gli ingredienti di ciascun piatto. Se invece abbiamo deciso di fare una cena, possiamo inserire nel menù una portata adatta a chi ha particolari esigenze, in modo che tutti possano assaggiare almeno un piatto.
Infine, possiamo anche rivolgerci ad una gastronomia e delegare il lavoro: ogni invitato sceglie direttamente la pietanza che desidera senza pesare sul padrone di casa.

Dopo la festa è importante suddividere i compiti onde evitare di farci passare la voglia di farne un’altra: si al lavaggio piatti in compagnia, alla suddivisione della differenziata e alla divisione degli avanzi tra gli invitati!

Federica S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *