I migliori lavoretti fai da te

I migliori lavoretti fai da te

Se hai appena deciso di occupare il tempo in maniera utile, creando qualche lavoretto fai da te, ti forniamo qui qualche spunto semplice da realizzare con materiali di recupero. Tieni da parte vecchi abiti sdruciti, barattoli di vetro, scatole e altri oggetti apparentemente inutili, ti stupirai di come possano ritrovare la loro utilità sotto una forma diversa!

Jeans

Hai trovato dei jeans che non ti entrano più e vuoi buttarli? Non farlo! I Jeans possono essere trasformati in un altro capo di abbigliamento come borse o grembiuli.
Per creare una borsa bisogna tagliare via le gambe all’altezza che più si desidera, scucire il cavallo e ricucire i pezzi insieme in modo da creare un fondo unico. Per rinforzare il tutto si può applicare anche un tessuto diverso sulla base della borsa, magari una stoffa colorata di rosso che va in contrasto col blu (o nero) del jeans. L’interno volendo si può foderare con un tessuto sottile, mentre i manici possono essere creati ritagliando due lunghe strisce dai pezzi avanzati delle gambe.
Per rendere la borsa ancora più bella, applica degli elementi decorativi come toppe, patchwork, perline, fiocchi e disegnala con dei pennarelli per tessuto. In questo modo la tua borsetta sarà davvero unica.
Il cucito non fa per te?
Allora con in Jeans si può creare un semplice grembiulino, senza bisogno di cucire nulla. Taglia via le gambe del pantalone e tieni solo la parte superiore. A questo punto prendi le forbici e taglia il davanti, dove c’è la cerniera, facendo attenzione a non tagliare anche il bordo dei passanti. In questo modo ti resterà la parte con le tasche e tutta la circonferenza del jeans: il grembiule è pronto, portalo su un fianco per riporre comodamente gli oggetti nella tasca.

Scarti della verdura

Hai capito bene, con gli scarti della verdura puoi fare un sacco di cose. Partendo dalle bucce dei limoni, puoi riutilizzarle come coppette per il gelato oppure grattugiarle in un barattolo di zucchero per renderlo aromatizzato. Se i limoni sono biologici si può creare anche un ottimo liquore limoncello mettendo le scorze (senza parte bianca) in alcool etilico.
Un’alternativa è quella di immergerle per qualche giorno in aceto bianco e creare così un detergente per le superfici.
Ancora, i mezzi limoni diventano anche dei piccoli vasi di terra per fare un allegro semenzaio!
Cosa fare invece con gli scarti degli altri vegetali? A parte creare un piccolo orto, coi piccioli e le calotte di frutta e verdura si creano dei simpatici timbrini. I nostri bimbi saranno felicissimi di intingere le formine nei colori e tappezzare i fogli con queste strane forme colorate.

Riviste

Con le riviste che non leggiamo più si creano dei simpatici sacchettini di carta con maniglia. Strappa una pagina dai colori più carini che trovi e piegala a metà. Chiudi la parte aperta con dello scotch e taglia con le forbici il lato strappato. Ora piega la parte superiore e taglia una mezzaluna di carta al centro. Il tuo sacchettino per piccoli oggetti è pronto!
Se hai molto tempo e pazienza, con le stesse riviste puoi realizzare delle sottili cannucce di carta da unire insieme in forme arrotondate, per creare vasi, scatole e altri oggetti. In questo caso basta della colla a caldo.

Vuoi creare qualcosa di più importante? Prendi vecchi libri e giornali spessi, incollali uno sull’altro per formare cubi o spirali: in questo modo avrai una base originale per uno sgabello o un tavolino. Nel primo caso puoi incollare il cubo di giornali su una base di legno a cui applicherai delle rotelle, mentre nel secondo ti basterà un piano di legno o di vetro.

Federica S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *