Le migliori lampade da salotto

Le migliori lampade da salotto

Se in passato l’oggetto d’arredamento era visto più come un optional, un complemento senza una particolare funzione, oggi invece la tendenza è completamente cambiata. Le case moderne, infatti, prediligono una tipologia di design che riesce a coniugare utilità e ottimizzazione degli spazi, al fine di ottenere un risultato efficace senza occupare tutto il piano prospettico a disposizione.

Per fare ciò è necessario che gli oggetti utilizzati diventino in qualche modo elementi d’arredamento dotati di una funzione propria. È il caso ad esempio delle lampade da salotto che, se prima avevano come unica funzione quella di illuminare, ora sono diventate un vero e proprio elemento di design in grado di rivoluzionare la stanza. In particolar modo è la zona giorno l’ambiente più interessante in cui adoperare tale elemento decorativo, tuttavia bisogna scegliere il modello giusto in base all’utilità e all’estetica.

Tipologie di lampade da salotto

Esistono differenti tipologie di lampade per arredare il salotto, modelli adatti a qualsiasi stile e gusto personale. Si spazia dalla comune piantana molto semplice, con la base a terra in monocolore detta appunto “a piantana”, a lampade che vengono applicate al muro in differenti colorazioni e forme, chiamate appliques. In commercio si pososno trovare anche le piccole lampade da appoggio, in grado di dare un tocco di design alla zona giorno. 

Allo stesso tempo le più utilizzate restano sempre le lampade a piantana, dal momento che sono anche quelle che possono essere meglio impiegate e disposte all’interno della stanza, poiché occupano molto meno spazio rispetto ad altri modelli. Sul mercato sono disponibili differenti tipologie di lampade a piantana, che variano in base a tutte le varie caratteristiche possibili in merito alle dimensioni, al colore e alla forma.

Perchè scegliere le lampade a piantana per la zona giorno

Una delle soluzioni più comuni per l’illuminazione del salotto sono le lampade a piantana cosiddette da lettura, in monocolore solitamente nero o bianco, con un paralume molto semplice quasi sempre in plastica, le quali talvolta rischiano però di stonare con tutto il resto della struttura metallica. Alcuni modelli sono dotati di un paralume davvero piccolo, sebbene ben costruito, solitamente in metallo. In questo caso la lampada è in grado di illuminare solo una porzione  di camera, quindi non può essere utilizzata come vero sostituto di un’illuminazione più importante. 

Queste lampade molto essenziali possono servire per la lettura, oppure è possibile posizionarle in un angolo del salotto, magari leggermente nascoste per creare un punto luce senza ulteriori pretese. Tuttavia esistono anche delle piantane di design, in metallo particolarmente sottile, che hanno sulla base un paralume spesso in metallo intagliato con differenti colorazioni. In questo modo si darà davvero un tocco di originalità ad una stanza ancora vuota o dai colori molto neutri. 

Un’altra alternativa è utilizzare una lampada a piantana decisamente più solida e massiccia cosiddetta a grattacielo impegnativa dal punto di vista dello spazio, ma che davvero serve come oggetto d’arredamento. Questa tipologia di lampada è molto solida, inoltre la luce proviene dall’interno della parte in vetro, che si unisce alla parte metallica formando un’unica grande struttura. Questo oggetto è un elemento unico, il quale ha sicuramente un costo e un’importanza molto differenti dalle altre tipologie di lampade in commercio, un oggetto che davvero è in grado di rivoluzionare il design del nostro salotto.

serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *