Condizionatori: come funzionano, tipologie e prezzi, pro e contro, normativa

Condizionatori: come funzionano, tipologie e prezzi, pro e contro, normativa

I condizionatori sono diventati un elettrodomestico molto amato dagli italiani, ma per due motivi. Essi sono nati come impianti di “raffreddamento” delle temperature, ma oggi esistono anche i modelli che sono completi di pompa di calore. Quest’ultimi sono in grado di sostituire pienamente l’impianto di riscaldamento.

Tramite la loro tecnologia, i condizionatori, si possono usare per 365 giorni all’anno, sia per avere aria fresca che calda. I marchi, i modelli, le tipologie e anche i prezzi sono tanti, dunque è bene seguire qualche consiglio per fare un acquisto ottimale per le proprie esigenze.

Condizionatori: meglio fissi oppure mobili?

I modelli che sono stati molto venduti negli ultimi due anni sono quelli fissi e quelli mobili. Qui parliamo della struttura che può essere adattata al proprio ambiente domestico.

Nei condizionatori fissi si h la possibilità di gestire le temperature di una metratura che superi anche i 120 metri quadri. Essi sono di grandi dimensioni ed hanno bisogno di un’installazione da parte di un professionista.

Tuttavia negli appartamenti o anche per riscaldare o raffreddare una sola camera, è preferibile il modello che sia “mobile”. Questi si possono spostare da una camera all’altra senza avere un’installazione fissa. Inoltre questi modelli possono gestire le temperature di almeno 60 metri quadri. Oltre a questo ci deve essere anche un controllo delle programmazioni che sono nel sistema dei condizionatori.

Prezzi e detrazioni, attenti alle normative comunque

Per i consumatori ci sono buonissime notizie per l’acquisto dei condizionatori, in che senso? Si sono tanti incentivi, ecoincentivi, Superbonus, risparmi immediati e anche bonus da sostituzione. In poche parole potete anche comprare una nuova struttura pagandolo la metà.

Facciamo degli esempi. Un utente che compra un condizionatore che ha una pompa di calore potrà avere un risparmio che varia dal 30% al 50%, presso determinati rivenditori. Preferire un modello con alimentazione a pannelli fotovoltaici la detrazione è fino al 65% oppure si potrà anche accedere al Superbonus.

Comunque si devono seguire dei parametri di montaggio e controllo della garanzia per accedere agli incentivi. Quindi chiedete sempre al rivenditore. Per quanto riguarda i prezzi diamo qualche consiglio in base a dei pareri dei clienti sui condizionatori. Per le unità mobili si consigliano:

  • Electrolux condizionatore portatile, 500 euro
  • Rittal condizionatore Jet04Camop 300w, 570 euro
  • Condizionatore Pac N74 Eco 8000, prezzo 300 euro

Consigliati anche perché consumano molto poco a livello di energia elettrica e si spostano con facilità.

I modelli fissi migliori sono:

  • Monoblocco fintek oslo 3.0, costo 1.300 euro
  • Samsun trial split inverter A+++, Prezzo 2.500 euro
  • Mitsubishi Eletric MSZ-HR25VF costo 500 euro

Anch’essi a basso consumo e con la possibilità di accedere agli incentivi.

Pro e contro dei condizionatori

Nell’articolo si nota che ci sono tanti vantaggi nell’usare i condizionatori. Si ha un sistema che è tecnologico, che può essere molto ecosostenibile. Questi impianti sono a zero emissioni e si possono usare in diversi modi.

Gli unici contro che si devono conoscere sono quelli di subire una ricarica di gas refrigerante almeno una volta ogni due anni. Inoltre si deve eseguire una sanificazione per obbligo di legge sempre rispettando i 2 anni di utilizzo.

Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *